• Corso altamente stimolante e di grande impatto. Ottimo binomio tra teoria e pratica, fornisce utili strumenti per affrontare con maggior sicurezza e successo situazioni lavorative difficili.

    Veronica Tettamanzi, Ricercatrice – DiaSorin S.p.A.
  • Training eccellente per memorabilità e applicabilità.

    Simonetta Mazzoli, Direttore Vendite – SC Johnson Europe
  • Pratico, pragmatico, coinvolgente. Affina ed indirizza meglio le capacità individuali secondo degli strumenti specifici.

    Angelo Vianello, Responsabile Business & Market Analisyst – PAM Panorama
  • Rende tragicamente consapevoli di quanto la percezione di efficacia della comunicazione sia diversa tra chi parla e chi ascolta.

    Alberto Bortoli, Direttore Generale – Fresenius Hemocare Italia s.r.l.
  • Una rara esperienza di formazione bilanciata tra teoria e realtà che possono trovare applicazione immediata nella prossima telefonata, email, riunione, presentazione.

    Andrea Bizzi, Head of Business Knowledge – Chiesi Farmaceutici S.p.A.
  • Giudizio ottimo per 3 aspetti fondamentali: 1. struttura il pensiero 2. rapporta l'efficacia della comunicazione 3. semplifica la preparazione del lavoro.

    Claudio Perucchini Direttore Marketing – Guaber s.r.l.
  • Ti viene voglia di andare a casa ed iniziare subito ad usare quello che hai appreso.

    Roberto Roccatti , Direttore Generale – Ceres S.p.A.

Corso

Think on Your Feet® è un corso di comunicazione efficace che consente di acquisire delle tecniche e degli strumenti pratici, semplici e immediati per organizzare con rapidità le idee e quindi comunicarle in modo spontaneo risultando chiari, sintetici e impattanti.

Anni ’70: Keith Spicer, esperto di comunicazione di fama mondiale, crea il neologismo Think on Your Feet® e con esso etichetta il suo corso di comunicazione efficace.

Anni ’90: grazie a McLuhan & Davies, società canadese leader nella comunicazione Think on Your Feet® è oggi uno dei più affermati corsi sulla comunicazione efficace ed è presente in 30 paesi.

Anni ’00: arriva in Italia grazie a Bridge Partners®.

1

Uno

Il Master Tutor certificato da Think on Your Feet® International.

4

Quattro

Le fasi del corso, ossia il prework online, le due giornate d’aula, il piano d’azione e la survey finale.

12

Dodici

I partecipanti in aula per creare occasioni di confronto, stimolo e riflessione comuni.

Benefici

Tramsettere le idee in modo inequivocabile, conciso e memorabile è un requisito chiave per una comunicazione efficace.

Tutti vogliamo che si arrivi al punto. Velocemente.

Quante volte abbiamo pensato o detto a qualcuno che ci stava parlando in modo prolisso “E quindi..?”. Think on Your Feet® utilizza 10 semplici strumenti, per dare rapidamente una struttura alle nostre idee e trasferirle con chiarezza, sintesi e impatto.

Chiarezza: farsi capire

L’utilizzo di Think on Your Feet® e dei suoi strumenti elimina fonti di incomprensioni, riduce fraintendimenti e rende accessibili agli ascoltatori anche temi complessi, tecnici o articolati. Può essere usato all’occorrenza di una attività di public speaking di un manager per il lancio di un progetto o un nuovo prodotto, per la normale attività di web e social media marketing, oggi componente importante della comunicazione aziendale, ma soprattutto per la comunicazione informale preponderante nella quotidianità lavorativa, come uno scambio di mail, una telefonata o una chiacchierata alla macchinetta del caffè con il capo.

Sintesi: risparmiare tempo

Una comunicazione avvincente resta impressa, genera empatia e coinvolge. “Less is more”.
Quando è stata l’ultima volta che vi hanno detto o avete pensato di qualcuno “Come è stato sintetico”?

Impatto: essere ricordati

Utilizzare una comunicazione avvincente aiuta a essere ricordati nel tempo e a che la nostra comunicazione non si perda tra le tante.

Al termine del corso, il partecipante avrà acquisito un metodo per:

  • strutturare le idee in modo lineare
  • usare esempi facilmente ricordabili
  • andare al cuore degli interessi dell’ascoltatore
  • semplificare informazioni complesse e ridondanti
  • gestire costruttivamente le obiezioni
  • rispondere alle domande con pertinenza e coerenza
  • gestire ostilità e emotività
  • risultare convincente
  • parlare in pubblico con efficacia.

Destinatari

Think on Your Feet® è destinato a una platea di professional e manager, consigliato per chi voglia migliorare la capacità di esprimere le proprie idee in modo chiaro, conciso e impattante, ottimizzando tempi e efficacia, in ogni occasione di comunicazione legata alla quotidianità lavorativa, formale ed informale, scritta ed orale.

Tipologie di corso

Formula interaziendale: rivolto a 12 partecipanti provenienti da diverse aziende e con i più diversi ruoli.
Formula aziendale: rivolto a partecipanti della stessa azienda.

Materiale didattico

Ogni partecipante riceve un manuale, contenente la sintesi teorica del corso, oltre a esempi, approfondimenti e supporti per la pratica.

Calendario

CORSIFORMULADATACITTA'STATO
Think on Your Feet® - Corso di Comunicazione EfficaceInteraziendale04/10 - 05/10 - 2016MilanoAperto
Prove Tecniche di Comunicazione - Workshop sulla comunicazione efficaceInteraziendale21/10/2016MilanoIscriviti

FAQ

Per ricevere ulteriori informazioni sul corso di comunicazione Think on Your Feet®, potete contattarci ai nostri numeri e alla mail info@bridgepartners.it.
Il nostro team vi risponderà entro le successive 24 ore.

Ad oggi è il corso di comunicazione più utilizzato dal management e dai professional delle aziende di oltre 32 nazioni nel mondo. Soprattutto è semplice, pratico e immediato. Da una survey condotta presso i nostri partecipanti a 2 mesi dall’aula ci viene testimoniato che l’utilizzo di Think on Your Feet® li aiuta a essere più sicuri, risultare più convincenti e a risparmiare tempo. Oggi è il corso di comunicazione efficace più diffuso al mondo, perché consente di acquisire tecniche di comunicazione utili per rendere più efficace la propria comunicazione informale, la comunicazione digitale e ottimizzare la propria capacità di parlare in pubblico.

Per essere efficaci nel comunicare bisogna pensare agli altri, non a noi stessi. Ci sembrerà sempre di dire troppo poco di un argomento, specie se lo conosciamo bene e per accreditarci pensiamo sia importante dire molto. “Less is more”: meno si parla meglio è, perché la nostra audience farà una selezione di ciò che diciamo. Meglio dunque essere noi a selezionare. Peccato che nelle nostre scuole ci obbligassero per i temi a scrivere 4 pagine di protocollo, pena il severo commento dell’insegnante di lettere che ci riprendeva per avere scritto troppo poco. Chi ci legge e ci ascolta ha poco tempo e comunque anche se ne avesse è vittima, come tutti noi, della distrazione. Concentriamo perciò pochi concetti in una struttura e in poco tempo: saremo più efficaci.

Era un giornalista, professore universitario e esperto di comunicazione e di come parlare in pubblico; soprattutto è stato a lungo consigliere per le relazioni con i media dell’allora primo ministro canadese Trudeau, che riuscì grazie alle sue doti di comunicatore a far confluire in una unica grande anima le due componenti allora confliggenti, quella anglofona e quella francofona.
Dietro i suoi discorsi c’era Keith Spicer, che coniugò due tipi di comunicazione: i principi della comunicazione classica (Aristotele, Cartesio e Hegel) con quelli della comunicazione moderna. Al corso però non ci occupiamo di teorie filosofiche, ma di strumenti pratici. Spicer creò poi Think on Your Feet®, di cui successivamente cedette i diritti a McLuhan&Davies .

Vuol dire organizzare i nostri pensieri su delle idee cardine, a cui agganciare poi lo sviluppo del contenuto della nostra comunicazione.
Un esempio. Una biografia che si esaurisce in poche righe. Descriversi attraverso 3 paia di scarpe: mocassini, scarpe da ginnastica e pantofole. I mocassini come espressione della dimensione lavorativa da consulente; le scarpe da ginnastica per esprimere la dimensione hobbistica e della passione per il tennis; in ultimo le pantofole che identificano la famiglia composta di 3 figlie e un marito.
Ecco una biografia in 3 paia di scarpe: mocassini, scarpe da ginnastica e pantofole.

Anche l’emozione, per arrivare al cuore della nostra audience, deve essere ben calibrata.

Si tratta di un neologismo inventato da Keith Spicer che vuol dire “capacità di parlare e ragionare con agio di fronte a qualcuno, non necessariamente con una pregressa preparazione alle spalle”, in inglese è decisamente più sintetica come espressione.
“Pensare sui piedi” evoca l’idea di solidità e per comunicare in modo “solido” è bene avere prima di tutto idee chiare nella nostra testa.

Due giorni consecutivi, con alternanza di una parte minima di teoria e moltissima pratica.

È più facile dire a chi non è rivolto. Alzi la mano chi non ha bisogno, come manager o professional, di rendere la propria comunicazione più chiara, sintetica e impattante? A maggior ragione in un’epoca, quella del web e social media marketing, che richiede contenuti sintetici che arrivino dritti al punto. La comunicazione digitale ha imposto ritmi e regole nuove, al pari della comunicazione quotidiana e informale che soffre della scarsità della risorsa più preziosa: il tempo.

Nelle aziende vengono spesso investite importanti risorse nel public speaking. Anche un top manager raramente si trova a dover parlare in pubblico. Se supponiamo essere 100 il tempo della veglia lavorativa, se va bene una parte davvero residuale è comunicazione formale, ossia in pubblico, preparata, di fronte a audience allargate e con supporti.
La più parte della nostra comunicazione è informale, scritta o orale che sia, e per allenarsi a renderla il più possibile efficace non vengono mai fatte attività formative.
Il modello di Think on Your Feet® è nato per la comunicazione informale, ma è utilizzabile altresì nella comunicazione formale poiché fornisce anche tecniche molto semplici da utilizzare per parlare in pubblico.

Una comunicazione chiara, sintetica e impattante. Chiara, ossia che non dia luogo a fraintendimenti; sintetica, ossia che si esaurisca in un tempo accettabile per chi ci deve ascoltare o leggere… senza esaurire chi ci ascolta e legge; impattante, ossia che resti impressa e che lasci una impronta duratura.

Contattaci

Nome*
Cognome*
Ruolo*
Azienda*
Email*
Telefono*
Messaggio

* campo obbligatorio

info@bridgepartners.it

Corso Moncenisio 63/2 - 10090 Rosta (TO)

Visualizza la mappa

Tel: +39 011 0465213

Fax: +39 011 0465217


LOCAL OFFICE:

Via San Maurilio, 23 – 20123 Milano

Visualizza la mappa

Tel: +39 02 36755064

Iscriviti al Journal